Archivi categoria: Uncategorized

COMPRARE CASCATA

Molto brevemente. È possibile comprare CASCATA e ascoltarlo in vinile e/o in CD?
.
foto 1

Annunci

FREE DOWNLOAD A CASCATA

E niente. È già scritto tutto nel titolo.
In attesa della lussuosa versione vinile + CD, “CASCATA” è disponibile in free download, ora e per sempre. Qui.

Dentro ci sono Fallo Dischi, To Lose La track, Screamore. e È un brutto posto dove vivere

Contrassegnato da tag , , ,

CASCATA

Abbiamo pensato molto a cosa scrivere. Se scrivere qualcosa, perché certi fiumi ti attraversano dentro e solo tu hai il diritto e il dovere di tenerli lì, di farli scorrere senza fine, perché fuori non arriveranno mai. Abbiamo deciso di dire solo questo. Il 5 marzo del 2011, Sergio ci ha accompagnato a Firenze, per farci da fonico a un concerto di quelli che non sai neanche perché li stai facendo. In un posto con i soffitti altissimi, senza nemmeno l’impianto. Praticamente, serviva tutto – volendo, persino un architetto – tranne il fonico. Ed è stata l’unica volta che ci ha fatto da fonico. Adesso pensiamo che ci volesse, in qualche modo, salutare. Dirci che quello che facevamo, per lui ,era importante, anche se a volte non sembra importante a nessuno. Era come se ci volesse dire “io ci sono, anche quando vi sembra di non avere bisogno di me”.
Su questo si sbagliava. Perché noi abbiamo  bisogno di lui. Ne avremo sempre. Ma è così.
Non c’è rispetto per le cose belle. Ormai è evidente. 

Quello che vogliamo dirgli, dicendolo a noi stessi, è che siamo di nuovo qui. E che anche questo disco serve a ricordargli che gli vogliamo bene e che, se continuiamo a sbattere la testa contro i muri, è perché dall’altra parte speriamo di trovarlo a chiederci se siamo diventati matti.

Il 19 aprile esce. Si chiama CASCATA.
A darci una mano, ci sono Fallo Dischi, To Lose La Track, Screamore e È un brutto posto dove vivere.
Lo ha registrato e mixato Enrico Baraldi tra Vacuum Studio e Studio Spaziale a Bologna.
Lo ha masterizzato Francesco Donadello al Calyx di Berlino.
La grafica l’ha curata LEGNO.
Questa qui sotto è “GINNASTICA NELL’ACQUA”.

DJ SET

Schermata 02-2456698 alle 13.26.17

Allora amici, inutile dire che per noi questi ultimi mesi sono stati molto belli, con una fine d’anno al sud, tra i parcheggiatori abusivi e Mario Orsini, e un inizio al nord, in posti che conosciamo bene e a cui ormai siamo affezionati, in sale prova che diventano locali ed ex conventi che diventano centri occupati. 
Quindi volevamo ringraziare ancora tutti quelli che ci hanno detto cose bellissime, per tutto quello che hanno fatto e scritto e reso possibile, nonostante in realtà l’anno scorso fosse nato piuttosto male.
Comunque, con queste righe volevamo semplicemente comunicarvi che:
– se volete continuare a chiamarci a suonare, potete scriverci a itopimorti@actiondeadmouse.com o actiondeadmouse@gmail.com o comunque un modo per contattarci lo trovate, quindi non fate quelli che dicono “oh, ci sentiamo sicuro” e poi invece spariscono, lasciandoci molto male e delusi da persone in realtà brutte.
– le magliette stanno finendo, quindi – se le volete ma fino ad ora siete stati troppo pigri – agite di conseguenza. Anche perché, con nostra grande sorpresa e forse a causa della crisi, pare che il pubblico dei topi morti sia improvvisamente dimagrito – se avete diete, scrivete a Manu, che sta mettendo su una gran panza – e ciò ha fatto sì che siamo rimasti con una sola S. Bianca. Il che significa che neanche sfina. Di grigie ce n’è rimasta solo una. Ed è una L. In compenso abbiamo ancora qualche L e parecchie M – una taglia ingiustamente emarginata – bianche.
Per il resto, ci è piaciuto molto quando, a concerto finito, un uomo – che poi si è rivelato essere un ballerino molto snodato – ci ha detto “a me fa proprio incazzare, non capisco, perché la gente, quando i gruppi suonano, al massimo muove la testa e un po’ le gambe, comunque sta quasi ferma, e invece, quando arriva il dj set, si mette a ballare e si scatena. Ecco, allora, adesso, voi mi dovreste fare un pezzo di quelli, uno di quelli che proprio la gente si scatena e balla”. Lo diceva stringendo i pugni. Aveva mani enormi. Ma il dj set era già cominciato.
Vi vogliamo abbastanza bene.

Un lungo inverno

1147514719

Che bomba amici. Incontriamo continuamente gente che dice “Eh sai, è sempre una fatica suonare in giro. Ho fatto solo 90 date”. Oppure, leggiamo roba tipo “Gionni festeggia il 100esimo concerto in un mese”. Allora, l’altro giorno – molto orgogliosi di noi stessi per essere quasi riusciti ad abbozzare una cover in modo decente, principalmente perché sembra proprio un’altra canzone – stavamo facendo i calcoli e ci siamo resi conto di esserci sbattuti moltissimo per ottenere tipo 10 date. Ed è l’anno in cui abbiamo suonato di più in Italia nella nostra vita. Ad ogni modo, alcune nuove cose che faremo prima di andare in letargo sono le seguenti, alle quali forse potrebbero aggiungersene altre ma chi lo sa. Anche no. Dipende se Luca pensa che quel giorno abbiamo le prove, perché allora potrebbe trovare una scusa per non venire.

Venerdì 13 dicembre @ Bar Pino w. La Via degli Astronauti – Campagna (SA)

Sabato 14 dicembre @ Mamamù w. L’Amo – Napoli

Sabato 11 gennaio 2014 @ Covo Club w.L’Amo/What Contemporary Means – Bologna

L’immagine degli ippopotami non ha nessun senso. Però gli ippopotami sono animali buffi che stanno bene dovunque.

T(r)o(p)pi morti in estate

Rig

Poche novità per quest’estate che prima non arrivava mai e adesso è arrivata e tutti ci lamentiamo come cani che leccano il pavimento. La prima è che sabato 6 luglio – grazie all’intercessione di gesù cristo nella persona di valeria e alla follia di diego – siamo al Pincio Re-Public di Fano (PU), insieme a Cosmo, ai Turbopeluches, ai Natural Redemption, Modern Pitch e Zombiero Martin. I concerti sono dalle 18.00 alle 22.00, per cui fatevi i vostri conti. Però è bello che ci siate indipendentemente da tutto, perché se uno organizza una cosa, sbattendosi molto e tu poi non ci vai, beh, ti meriti quantomeno una spina di pesce in gola. Intera.
Per il resto, come forse ormai molti sapranno, stiamo cercando di organizzare questa calata al Sud tra il 28 agosto e l’8 settembre,  un periodo molto stupido ma l’unico possibile per noi, per quello che abbiamo amichevolmente chiamato The Rronia Tour.
QUI trovate le date fissate e quelle che stiamo cercando di chiudere. Questo giro lo stiamo organizzando grazie all’aiuto di persone che ci stanno dando una gran mano, senza chiederci – per ora – niente in cambio. Quindi, insomma, se volete aggiungervi alla lista di amici che ci aiutano a riempire il giro di tappe intermedie, noi siamo contenti. Scriveteci dove volete.

Poi, vabbé, resta sempre valido l’invito a scaricare tutto il possibile, gratis, e come se non ci fosse un domani.

 Le conseguenze non sono scritte sotto i sassi.
itopimorti.

Questo disco è un Gronchi Rosa

foto-28

Un giorno qualcuno ci chiederà la storia di questo disco. Allora noi diremo che è una cosa complicata, un generatore automatico di problemi che non finiscono mai. La storia è talmente complicata che alla fine non abbiamo neanche ascoltato il disco fino a ieri, quando ci siamo accorti che la sequenza dei pezzi non è quella scritta sulla copertina e stampata sull’etichetta. E’ così in tutte le 300 copie. Non sappiamo neanche di chi è la colpa. Ma Tutto ciò è molto hardcore. Per come è andata, è il minimo. Nel senso che poteva accadere di peggio, tipo sentire la stessa canzone 4 volte, al contrario e a velocità doppia. Invece no. C’è solo questo. Tutte le copie sono così. Non solo una. Quando lo ristamperemo, un giorno, forse mai, magari lo faremo giusto. E allora questo disco di cui qualcuno un giorno ci chiederà la storia varrà un sacco di soldi. Come quel francobollo sbagliato. La cosa buona è che il disco è bello, suona benone, dietro ci sono i testi e quindi alla fine i pezzi sono quelli lì. E niente.

Se li cantate, noi siamo contenti.
Ciao.